LO STRESS FA INGRASSARE - PERCHÉ?

... von Arbeit und Alltag?
VOGLIA DI DOLCE
Perché abbiamo voglia di dolce quanto le cose diventano frenetiche? Perché una confezione di patatine o una tavoletta di cioccolato danno “sollievo” in caso di mal d’amore? Perché consideriamo i dolciumi una ricompensa?       
Vari studi hanno dimostrato che l’80 percento delle persone cambia le proprie abitudini alimentari non appena viene messa sotto pressione. Di conseguenza mangiamo più del dovuto, e questo lo notiamo quando saliamo sulla bilancia.     
Perché lo stress fa ingrassare? Gli scienziati hanno trovato la risposta… nel nostro cervello, dove vengono generati i “VOGLIO QUALCOSA DI DOLCE”.
Il cibo come ricompensa

Le persone con più pancetta si auto-ricompensano per i loro successi lavorativi o personali con il cibo. Infatti, secondo alcuni ricercatori, sembra esserci una differenza nelle menti delle persone snelle e quelle in sovrappeso. Le donne in sovrappeso, ad esempio, usano dolciumi e snack per affrontare lo stress psicologico. Le “montagne russe” emotive vengono placate, e ci si sente di nuovo più rilassati. Succede anche alle persone snelle, ma sicuramente meno spesso. Il problema: il cervello viene condizionato durante questi processi ripetuti, si abitua – per poi richiederlo nuovamente al prossimo problema che ci si pone davanti. Il cibo diventa il catalizzatore del nostro benessere.

Uno studio fatto dall’Istituto per la scienza cognitiva e neurologia Max-Planck di Lipsia ha dimostrato che le donne dal peso normale e le donne in sovrappeso si comportano in modo diverso. Ad esempio: un gioco di carte al computer in cui i soggetti selezionati possono scegliere le carte con diverse possibilità di successo o rischio. Il risultato: le donne in sovrappeso tendono a prendere il mazzo di carte che promette guadagno immediato, ma con un rischio a lungo termine. Quindi una ricompensa rapida sembra essere importante per loro, le possibili conseguenze negative no. Le donne di peso normale invece agiscono al contrario, vogliono evitare le conseguenze a lungo termine e preferiscono rinunciare alla ricompensa rapida. Di conseguenza, gli scienziati hanno trovato differenze nel funzionamento del cervello: il sistema di ricompensa è quindi più pronunciato nelle donne con chili di troppo che alle donne snelle. Inoltre, le aree cerebrali responsabili dell’autocontrollo sono in realtà più piccole. Questo non significa naturalmente che le persone in sovrappeso in genere hanno meno materia cerebrale, ma semplicemente che le loro cellule sembrano funzionare in modo diverso.

Il cervello richiede cibo

Il nostro cervello è un po’ egoista. In situazioni stressanti, il cervello si rifornisce di energia prima di rilasciare qualcosa agli organi, ai muscoli e al tessuto adiposo. Anche se le cellule grigie rappresentatno solo il due percento del nostro peso corporeo, il “pensatoio” ha bisogno del 50 percento del nostro fabbisogno quotidiano di glucosio.

Sotto stress, il cervello arriva a chiedere il 90 percento di glucosio al corpo. L’Ospedale Universitario di Lubecca, in uno studio, parla di “gestione energetica del cervello programmata in modo errato”. I ricercatori stanno cercando di canalizzare le connessioni tra obesità, stress e emozioni. Ovviamente lo stress provoca una congestione nella catena di approvvigionamento, l’approvvigionamento energetico per il cervello non è garantito e l’appetito viene immediatamente stimolato da sostanze messaggere. Da qui nasce: “Ho bisogno di più, voglio qualcosa di dolce”. La conseguenza: noi mangiamo più del necessario, di riflesso questo conduce al diabete o all’obesità. La Clinica Psichiatrica di Lubecca ha sviluppato un programma di perdita di peso per ottimizzare la distribuzione dell’energia tra cervello e corpo. Una formazione comportamentale dovrebbe proteggere da un’eccessiva assunzione di cibo nei periodi di stress.

 

Il nostro consiglio: in situazioni stressanti, dai un’occhiata più da vicino alla tua reazione – e prima di ingozzarti di bombe caloriche al cioccolato, di patatine & co., sarebbe meglio trovare rifugio e gratificazione in una bella passeggiata all’aria aperta o un’appuntamento serale, insomma in qualcosa che ti renda felice. Forever ti propone qualcosa di meglio del cioccolato: FOREVER FASTBREAK™ è una deliziosa barretta con arachidi per spuntino, che apporta energia immediata. Ricca di vitamine, minerali, proteine e fibre di qualità, ideale come spuntino nella gestione del peso. Le compresse FOREVER THERM è stato concepito appositamente per le persone che si prendono consapevolmente cura del proprio corpo. Le vitamine C, B1, B2, B2, B3, B5, B6 e B12 contenute in Forever Therm™ contribuiscono ad un normale metabolismo energetico. Perfetto per chiunque tenga al proprio peso. Se sei alla ricerca di un’alimentazione sana ti consigliamo FOREVER SHAPE®, per persone sportive che seguono uno stile di vita attivo. Le capsule bilanciate contengono fibre di alta qualità di fichi d’India, proteine di fagioli e l’importante oligoelemento cromo. Provale subito!

Art. 520 | 70.25 Fr.
(10.45 Fr. | 100 g)
Al negozio
Art. 289 | 50.80 Fr.
(83.14 Fr. | 100 g)
Al negozio

IL NOSTRO CERVELLO È EGOISTA - SI PRENDE CURA DI SE STESSO DAPPRIMA

lascia un commento